i
i
i

domenica 30 maggio 2010

HO VOTATO ME STESSO


Stamattina, mentre andavo a votare, riflettevo sul fatto che quando mettiamo la croce sul simbolo di un partito o sul nome di un candidato, noi riponiamo la nostra fiducia personale nei confronti di qualcuno, perché amministri la cosa pubblica nel nostro esclusivo interesse. E' un gesto mica da poco.
Se questo è il significato (e io sono convinto che lo sia), non soltanto simbolico, ma anche materiale, io stamattina ho compiuto un gesto di totale fiducia in me stesso, in quanto essere umano sardo. Perché accanto al simbolo sul quale ho messo la croce, c'era stampato il mio nome e cognome.


Certo, non ho bisogno di certificare la fiducia in me stesso mettendo la croce su un simbolo, ma è fuor di dubbio che il mio voto di stamattina ha un valore e un significato simbolici che lasciano il segno.
Perché stamattina non ho soltanto votato me stesso, ma ho sancito in meniera ufficiale la mia assoluta convinzione che io posso cambiare il mondo che mi circonda. Non io in quanto io, ma io in quanto individuo. E ciò vale per qualsiasi individuo.
Ciascuno di noi con le sue azioni può cambiare il mondo che direttamente lo circonda e così facendo cambia il mondo nella sua totalità. Ciascuno di noi può scegliere se lo vuole. E la somma delle scelte di ciascuno è molto di più che un'operazione matematica.
Purtroppo però, per molto tempo, ormai per troppo, con il nostro voto, ma soprattutto con la nostra mancata azione diretta e la nostra mancata assunzione di responsabilità, abbiamo riposto la nostra fiducia nelle mani sbagliate. Per troppo tempo abbiamo creduto che qualcun altro potesse fare i nostri interessi o potesse cambiare le cose per noi. Non è così. Solo l'azione di ciascuno di noi può cambiare le cose. Ciascuno di noi deve votare se stesso, deve credere nelle proprie capacità e nelle proprie qualità, deve credere che la sua azione quotidiana può contribuire a cambiare la Sardegna e quindi il mondo.
Io l'ho fatto, ho votato me stesso. A prescindere dalla croce sul simbolo che ho messo stamattina. Ora non potrò più avere la scusa o il pretesto per lamentarmi.



Nessun commento:

Contribuisci al dibattito in modo sereno e costruttivo.