i
i
i

lunedì 5 luglio 2010

HERE I STAY RECORDS

SOURCE: Web Site

Here I Stay Records è un’etichetta collettivo che nasce ufficialmente nel 2006.
L’atto di nascita è sancito con la pubblicazione del primo disco omonimo dei Golfclvb, ormai andato esaurito da tempo. L’etichetta nasce principalmente per dare sfogo ad alcuni fermenti che andavano prendendo forma in quegli anni, con numerose band che cercavano il modo migliore per pubblicare un disco e che intendevano sviluppare gli strumenti per riuscire a divulgare la propria musica, con live, festival, collaborazioni, tournée. In questo senso si è sempre indirizzato il lavoro dell’etichetta: non solo pubblicazione di dischi, ma supporto attivo e concreto a tutte le band pubblicate.
Sul fronte discografico, nel giro di poco tempo escono altri dischi: l’esordio omonimo dei Plasma Expander (in collaborazione con Wallace Records), Happy Boys Cry Loud dei June, I Wish Upon a Scar di Vanvera, Micro Meadow di Trees of Mint.

Tutti dischi che ottengono ottimi riconoscimenti dalla critica e che contribuiscono a portare all’attenzione generale che la scena musicale sarda c’è ed è di grande livello. Molto variegata, peraltro: dal post rock dalle venature blues dei Plasma Expander al cantautorato scuro di Vanvera, dal pop di impostazione sixties dei June a quello brumoso, dilatato di Trees of Mint, passando naturalmente per l’indie rock abrasivo dei Golfclvb.

Intanto l’etichetta stringe rapporti e avvia collaborazioni con altre realtà importantiì della scena musicale italiana. In questo senso è indirizzata la partecipazione all’uscita dell’LP di We Don’t Need the Outside di Bob Corn, insieme a Fooltribe, Smartz, Boring Machines e Madcap Collective. Dopo qualche mese di pausa sul fronte discografico, nel 2009 Here I Stay torna con l’uscita del singolo in formato minicd (Wait for a Long Time + Jeez) di un’altra band sarda, i Love Boat, già forti di un paio di tournée europee e di un successo crescente a livello internazionale.

Il 2009 discografico di Here I Stay si chiude con una tripletta importante: il secondo album dei Plasma Expander, Kimidanzeigen, sempre con Wallace insieme a Bar la Muerte, Bloody Sound, Valvolare, Burp, Trasponsonic, Brigadisco. Il singolo d’esordio, in formato sette pollici, della nuova scommessa Here I Stay, gli oristanesi Raw Rave Groove (Like a Virgin in a Chapel + Ride). E infine You a Lie, il secondo disco dei Comaneci, band di Ravenna, in collaborazione con Madcap Collective e Fooltribe.

BANDS: Golfclvb, Plasma Expander, June, Vanvera, Trees of Mint, Bob Corn, Love Boat, Raw Rave Groove, Comaneci

MUSIC GENRE: Rock, indie, garage, pop, folk

CONTACTS: E-mail


Nessun commento:

Contribuisci al dibattito in modo sereno e costruttivo.