i
i
i

mercoledì 24 novembre 2010

BASTEREBBE AVERCELA LUNGA. LA STAGIONE.

Provate per un attimo a lasciar perdere l'oggetto della foto e concentratevi sul suo soggetto, ovvero sulla ragazza aggrappata all'oggetto. Lo so, non è semplice da fare, soprattutto per voi lettrici, ma sforzatevi. La ragazza prende il sole in costume da bagno.

Normale d'estate direte voi. Certo. Ma in realtà potrebbe essere normale anche a novembre. Io lo faccio. L'ho fatto fino a sabato scorso. Incontro gli amici e tutti mi chiedono se ho fatto la lampada. Si, sono abbronzato. No, non ho fatto la lampada. Sono semplicemente andato al mare. Sei stato alle Canarie? mi chiedono. No, non sono stato alle Canarie. Sono andato a Calamosca. Ma naturalmente nessuno mi crede. Perché è da Agosto che i negozi sono pieni di sciarpe, maglioni e cappotti. E perché i telegiornali italiani hanno la pessima abitudine di parlare sempre del maltempo, che è assolutamente normale a novembre in Padania, ma è quasi un'eccezione in Sardegna. Ma probabilmente tanto basta per condizionare i miei amici. E non solo loro.

Con le prime piogge di settembre i cagliaritani indossano il Monclaire e a novembre escono di casa con i dopo sci e il colbacco. Ma fino al week-end scorso, nelle giornate di sole, la temperatura arrivava fino ai 23 gradi all'ombra. Che tradotto significa 32 gradi al sole. Quanto basta per godersi un paio d'ore di spiaggia con tanto di costume e abbronzante. E nelle giornate migliori ci scappa pure il bagno. L'ultimo l'ho fatto il 15 Novembre. L'anno scorso il 29. Nonostante ciò, nei meravigliosi week-end che ci ha regalato questo mese, quando uscivo di casa in bermuda e t-shirt per andare al mare, agli occhi degli altri sembravo io quello strano e non loro, quelli col colbacco. E pure vi assicuro che io sono un tipo abbastanza freddoloso. E vi assicuro anche che a Calamosca c'è tanta gente come me.

E' vero, non siamo alle Canarie. E' vero, Ottobre e Novembre sono i mesi più piovosi dell'anno. Ma in questi due mesi, nelle giornate di sole, che sono almeno la metà, la temperatura in Sardegna è uguale a quella delle Canarie a Gennaio e Febbraio. Se non più alta. Perché non godersele? E se proprio non si riesce a farsi condizionare dai negozi e dalla TV, perché non si allunga la stagione turistica? Ok, noi (voi) in questo periodo dell'anno continuiamo a indossare il colbacco, ma perché non attiriamo i turisti? Questa temperatura è paradisiaca per i nord europei, perché non attirarli in massa a fare le vacanze in Sardegna? E invece no, se ne vanno alle Canarie. Spero di sbagliarmi, ma ho come il sospetto che nessuno ci abbia mai pensato seriamente. Soprattutto tra quei becchini dei politici. Perché il becchino, si sa, vive di morti e i morti devono stare al freddo, altrimenti puzzano in fretta. O magari col caldo scoprono di non essere morti e allora per i becchini sarebbe un guaio.

Sabato scorso, alle due di pomeriggio, mentre tutti a Calamosca ci godevamo il sole in costume, ha fatto il suo ingresso in spiaggia un tipo in maglione nero, sciarpa nera, pantaloni neri e scarpe nere. Era venuto a farsi una passeggiata per godersi un po' di sole, ma non si è spogliato. Non si è nemmeno tolto il maglione. Sono sicuro che aveva freddo. Un freddo indotto, un freddo funebre. Così ho pensato che per sentirsi vivi, basterebbe avercela lunga. La stagione.

Nessun commento:

Contribuisci al dibattito in modo sereno e costruttivo.