i
i
i

lunedì 1 novembre 2010

SOFTFOBIA: C'E' UN PEZZO DI CAGLIARI NEL NUOVO SITO WEB DI WIRED

Da qualche mese è online il nuovo sito web italiano di Wired, la versione italiana della prestigiosa rivista americana dedicata al web e alle nuove tecnologie  . "Il nuovo sito Wired è stato un grande lavoro collettivo", si legge nel numero di ottobre del mensile. Tra i credits emerge anche il nome della Softfobia, "una eccellente società di Cagliari", che ha curato la parte del lavoro dedicata allo sviluppo della piattaforma (system integration), sotto la guida del Capo Team Luca Muceli.
La Softfobia è una IBTC (Internet Business Solution Company), che nasce nel marzo del 2000 dall’unione di professionisti ed esperti che hanno accompagnato la crescita di Internet in Italia.
Si è  occupata da subito di progettare e sviluppare soluzioni innovative per le aziende che alla rete si iniziavano ad affacciare, con l’obiettivo di risolvere gli interessi dei clienti con soluzioni sempre nuove e in linea con il continuo evolversi del mercato e della tecnologia.
Per questo nel 2005 Softfobia si rivoluziona, quasi rinasce e decide di concentrare tutte le proprie energie nello sviluppo di prodotti per quello che verrà definito web 2.0.

I prodotti e le soluzioni a marchio Softfobia sono tutte fondate sulla condivisione e la partecipazione dei contenuti tra gli utenti della rete. Sistemi per la creazione di blog, community, social network che usano architetture e linguaggi propri di chi la Rete la conosce bene ed è in grado di renderla facile, divertente e utile. Un consolidato metodo di sviluppo e l’utilizzo di tecnologie e linguaggi rigorosi, consentono poi di ottenere ottimi risultati in tempi ristretti con standard di qualità elevata.

Grazie a queste scelte tra i suoi clienti si annoverano sempre più società che di rete e di contenuti vivono e sono esperti: Tiscali e Aruba, Mondadori e Condè Nast, Radio 105 e Virgin Radio, SKy e il gruppo Finelco solo per citarne alcuni; clienti che significano Internet e Media in Italia, che vogliono il meglio della rete e si rivolgono a Softfobia per creare soluzioni all’avanguardia con tecnologia, sicure e affidabili, facili da usare.
Nell’ultimo triennio Softfobia ha registrato una forte crescita in perfetta linea con l’espansione del web 2.0 al punto da conseguire solo dopo pochi anni buoni risultati in termini di prodotti realizzati, portafoglio clienti, numero di utenti registrati e community realizzate.

L’orientamento strategico è stato fin dal principio "al cliente", l’azienda è infatti in grado di fornire applicazioni "chiavi in mano" cucite su misura; questo le ha permesso di affrontare diverse problematiche e settori che oggi costituiscono il proprio patrimonio di know how. Softfobia vanta una forte esperienza nella realizzazione di soluzioni basate su architetture Java 2EE (senz’altro la tecnologia preferita all’interno del gruppo di lavoro), Web Services - Microsoft.Net - C# - Asp Microsoft - Visual Basic - standard XML XSL - Android applications, Iphone applications

Softfobia adotta metodologie di sviluppo Agile "Agile and Iterative Development" con particolare riferimento all’Extreme Programming (XP) facendo uso delle tecniche di testing e refactoring. Inoltre, Softfobia abbraccia la filosofia Open Source GPL e LGPL per progetti in cui sia richiesto, fornendo la propria consulenza sui prodotti esistenti sul mercato e, sulle integrazione di questi nei processi produttivi aziendali.
Tra i progetti nei quali Softfobia vanta una forte esperienza, ci sono i seguenti: Open CMS; EZpublish; Magnolia; Alfresco; Umbraco.


Nessun commento:

Contribuisci al dibattito in modo sereno e costruttivo.