i
i
i

venerdì 4 febbraio 2011

MASSIMO FANTOLA? VI PREGO NOOO! PRATICAMENTE E' IL CABRAS DEL CENTRODESTRA - IL PDL NON LO APPOGGI E ABBIA IL CORAGGIO DI CANDIDARE UN GIOVANE. UN NOME? CARLO SANJUST

Vi tolgo subito il dubbio: il mio non è un endorsement a Carlo Sanjust, che come sindaco di Cagliari non lo voterei nemmeno se con me nella cabina elettorale ci fosse la buonanima, si fa per dire, di quell' "eroe" di Mangano a puntarmi una lupara a canne mozze alla tempia. Come non intendo appoggiare nemmeno Massimo Zedda. Per lo meno fino a quando non si capirà qualcosa su ciò che vogliono fare gli indipendentisti di ogni genere e specie. Intendo però appoggiare la mia generazione, a prescindere dall'appartenenza politica. Per esempio sono contento che il Partito Comunista dei Lavoratori ha candidato alla carica di Sindaco di Cagliari Michela Melotti, 33 anni disoccupata.
E' la prima e per ora unica donna candidata. Le faccio un in bocca al lupo, soprattutto per il lavoro. Insomma, il mio è un endorsement generazionale, appoggio tutti gli under 40. Però ci torno dopo su Carlo Sanjust, ora parliamo di Massimo Cabras... ehm, pardon, Antonello Fantola... azz! Volevo dire Massimo Fantola. Sapete com'è, è facile sbagliarsi quando si ha di fronte due bronzetti nuragici del 4000 avanti Cristo; sembrano tutti uguali.

Infatti entrambi sono nati nella prima metà del secolo scorso. Fantola è nato nel 1948 e Cabras nel 1949. Entrambi sono laureati in ingegneria ed entrambi sono (stati?) docenti. Fantola universitario, Cabras alle medie superiori. Entrambi vengono dai partiti di governo della prima Repubblica. Fantola dalla Democrazia Cristiana, Cabras dal Partito Socialista Italiano. Entrambi hanno avuto il primo incarico politico importante nei celeberrimi (o forse sarebbe meglio dire famigerati) anni '80, quelli della Milano da bere, ma soprattutto da "mangiare". Fantola è stato eletto consigliere comunale a Cagliari nel 1985, Cabras è stato eletto sindaco di Sant'Antioco nel 1984. Entrambi, sempre in quegli anni, vengono eletti in Consiglio regionale. Fantola nel 1989, Cabras nel 1987. Entrambi trovano una "via di fuga" per defilarsi dall'ondata di Tangentopoli che letteralmente spazza via i partiti nei quali militano e l'intera prima Repubblica. Fantola nel 1991 aderisce ai "Popolari per la Riforma" di Mario Segni, Cabras nel 1994 contribuisce a fondare "Federazione Democratica". Entrambi poi, completano il percorso di "riciclo" nell'approdo finale alla seconda repubblica, o per meglio dire, alla prima repubblica e mezzo (o 33 e un terzo, vista la farsa). Fantola nei Riformatori Sardi (non nel senso che è finito al riformatorio), Cabras nel Partito Democratico (che abbreviato a PD, come già detto, è anche l'acronimo di una bestemmia tanto cara ai partecipanti al Grande Fratello). Dulcis in fundo, entrambi il 9 aprile del  2006, sono stati eletti al Senato della Repubblica Italiana, dove a tutto'oggi siedono.

Il quesito è da settimana enigmistica: qual è la differenza tra i due? Che gli elettori del centrosinistra hanno avuto l'opportunità di silurare e affondare quello che in realtà era già un relitto, mentre con tutta probabilità agli elettori di centrodestra questa opportunità non verrà data. A meno che con un improbabile colpo di scena il PDL, che attraverso il suo coordinatore Mariano Delogu ha dichiarato di voler far valere la leadership come primo partito del centrodestra, invece di proporre La Spisa o Massidda da contrapporre a Fantola, candidi un giovane come Carlo Sanjust. Sono assolutamente convinto che avrebbe la meglio su quel relitto di Massimo Fantola. Sono sicuro che qualsiasi giovane del centrodestra si possa facilmente identificare con Carlo Sanjust, piuttosto che con Fantola. Sono convinto che godrebbero di gusto nel poter fare a Fantola quello che i loro coetanei hanno fatto a Cabras.

Infatti apprezzo il coraggio per lo sprezzo del ridicolo di Antonello Gregorini, nell'affermare che il Polo Civico (che insieme a Riformatori, Psd'Az e UDC, appoggiano la candidatura di Fàntolas, come lo ha soprannominato il Fauno Banana) "é l’unica vera novità nel panorama politico cittadino". A proposito, sappiate che a quanto pare alcuni esponenti delll'Urban Center di Gregorini sembrano spesso subire un certo fascino per i parcheggi multipiano. Una gran bella novità, non c'è che dire.

Quest'ultimo fatto, sarebbe un ottimo motivo perché il partito del disfare, altrimenti detto Popolo delle Libertà (di Silvio) appoggi la candidatura di Massimo Fantola. Ma soprattutto perché UDC, Riformatori e Psd'Az tengono Cappellacci ben stretto per le palle alla Regione.

E' un vero peccato, perché una sfida alle comunali tra Carlo Sanjust, classe 1970 e Massimo Zedda, classe 1976, sarebbe proprio una bella sfida. Avvincente ed appassionante, oltre che una bella ventata di aria fresca.
Perché entrambi sono due giovani figli di questa città e pur avendo opinioni politiche differenti, hanno un sacco di cose in comune. Entrambi per esempio hanno conseguito la maturità classica. Entrambi hanno già un bel curriculum di esperienza politica, compreso il Consiglio comunale di Cagliari. Entrambi sono attualmente Consiglieri regionali. Ma a mio modo di vedere, entrambi rappresentano alla perfezione i giovani delle rispettive parti politiche. 

Non lo voterei Carlo Sanjust, ma è un giovane politico meritevole di stima, che tra l'altro si è sempre occupato di politiche giovanili. Per cui lancio un appello ai giovani di centrodestra che per sbaglio hanno letto questo post: ho creato una pagina su Facebook (e non sapete quanto mi è costato, cribbio!) intitolata "Tutti quei giovani che vogliono Carlo Sanjust candidato sindaco di Cagliari". Ve la cedo volentieri. Io inviterei ad iscriversi anche quelli che voteranno dall'altra parte. Un endorsment bi-partizan alla candidatura per il ricambio politico, come i giovani tunisini ed egiziani! Poi ognuno vota chi gli pare, ma vi prego: Fàntolas noooo!!!!


10 commenti:

  1. Io mi iscrivo alla pagina e diffondo il verbo!

    RispondiElimina
  2. un analisi sempliciotta

    RispondiElimina
  3. perchè un elettore di cn destra dovrebbe sostenere un candidato promosso da uno che non lo voterebbe mai?
    E che anzi neanche tanto velatamente tifa( anche se il tuo essere seddiano non ti consente di sbilanciarti troppo) per l'avversario? Ok invitare i giovani di centrodestra a sostenere un giovane, ma addirittura gli indichi tu quale.. e apri una pagina facebook
    Scusa ma è patetico

    Andrea

    RispondiElimina
  4. "A proposito, sappiate che a quanto pare l'Urban Center di Gregorini sembra spesso subire un certo fascino per i parcheggi multipiano. Una gran bella novità, non c'è che dire". Affermazione gratuita e tra l'altro infondata. Porta delle prove è troppo facile attribuire ad un comitato formato da diverse persone le opinioni di uno solo.

    RispondiElimina
  5. @ Roberto: Chiedo scusa se ho attribuito all'intera Urban Center, la posizione che alcuni di voi hanno espresso anche in riunioni pubbliche, oltre che per iscritto sul web. La ritiro e la correggo nel testo così: "A proposito, sappiate che a quanto pare alcuni esponenti dell'Urban Center di Gregorini sembrano spesso subire un certo fascino per i parcheggi multipiano. Una gran bella novità, non c'è che dire". Va bene?

    @ Andrea: Se mi dai del seddiano mi offendo! Al limite sono un seddista, che è cosa ben diversa.
    In ogni caso, non ho nessun problema a sbilanciarmi subito, anche se manca tanto tempo alle elezioni. Tieniti forte perché ti stupirò: se sarà chiaro che si andrà al ballottaggio, al primo turno voterò un candidato indipendentista, possibilmente seddista, ma potrei anche accontentarmi di un seddiano, o addirittura di un "Salesiano", se i Repubricànos non dovessero presentare candidati.

    Se invece tutto lascerà presagire che la sfida si deciderà al primo turno, voterò da subito e non soltanto al secondo turno, CONTRO qualsiasi candidato del SPC, ovvero del SISTEMA di POTERE CAGLIARITANO, come lo ha giustamente e brillantemente definito Alessandro Mongili nel suo blog. Che sia Fantola o che sia Sanjust poco mi importa; rivendico il mio diritto al voto CONTRO, anche se al ballottaggio per assurdo lo sfidante il SPC fosse Gino Melis di Forza Nuova. Sono stato abbastanza chiaro?

    E questo sarebbe già un ottimo motivo perché i giovani di centrodestra dovrebbero votare Sanjust, proprio perché uno come me non lo voterebbe mai. E anche perché non mi pare che il PDL cagliaritano pulluli di giovani all'altezza di una candidatura a sindaco. Siccome mi sembrano parecchio a corto di idee, io mi sono permesso di dar loro un suggerimento facendo l'unico nome che hanno, adatto al ruolo e con una certa popolarità, oltre che interessato a politiche giovanili. Poi loro sono chiaramente liberissimi di fare un'altro nome, se ritengono di averlo o anche di votare Fantola se lo vogliono. Contenti loro...

    @ Anonimo: Per analizzare uno come Fantola, basta un sempliciotto come me, non c'è bisogno di scomodare Bauman e Latouche.

    RispondiElimina
  6. Ho detto seddiano ma intendevo dire seddista. Non ricordavo bene. Me ne scuso.

    Tra le altre cose scrivi:
    " E questo sarebbe già un ottimo motivo perché i giovani di centrodestra dovrebbero votare Sanjust, proprio perché uno come me non lo voterebbe mai."

    Insolente la cosa. Pretendi di poter suggerire agli avversari i candidati che dovrebbero contrapporre ai vostri!
    Ma non basta, con presunzione, dall'alto della tua superiorità etica e morale, credi di poterti immedesimare nel loro modo di pensare.
    Che arroganza e che faccia tosta.
    Ma sai perchè la tua inizativa è ridicola oltre che offensiva, e quindi non può essere presa seriamente? Perchè non muove da una sincera stima nei confornti di una persona, seppur di un'altro schieramento politico. Tu Sanjust non lo stimi affatto, come non stimi affatto chi lo voterebbe, quindi permettimi di risponderti con una pernacchia! A voler essere educati.

    Ti saluto
    Andrea

    RispondiElimina
  7. Caro Mario Garzia,
    innanzitutto devo ringraziarti anche e solo per aver nominato la candidata sindaco del Partito Comunista dei Lavoratori Michela Melotti che da tutte le altre parti snobbano se non addirittura denigrano, ma in una città pseudo-borghese come Cagliari ci sta anche questo.
    Per quanto riguarda poi l'analisi del tuo articolo, devo dire che nonostante io non la condividi dal punto di vista politico, ammiro la tua onestà intellettuale. Non capisco infatti come mai possa il tuo scritto suscitare qualche polemica o disapprovazione, fai un ragionamento politico di parte, dove la tua parte politica è solo e semplicemente quella generazionale, ti poni delle domande, fai delle illazioni, dai delle risposte o suggerimenti. Ma non lo condivido in quanto, personalmente, trovo altrettanto "dinosauri" politici, nati vecchi, sia lo stesso Massimo Zedda, che la mummia Sanjust. Qualche giorno fa discutevo su Facebook proprio sul fatto che secondo me si dovrebbe votare la persona che più ci "somiglia" piuttosto quella a cui vorremo somigliare. In una città con una disoccupazione emersa del 16% (?) mi sembra scontato dove possa ricadere il mio voto, non di certo in un uno che si presenta come il nuovo (ma che si è ricostruito la verginità politica come il leader del suo partito) che nel sito istituzionale della Regione, alla voce professione, questa viene lasciata in bianco, ne tanto meno su un damerino dal cognome massonico decaduto (?) che solo a guardarlo in faccia viene spontaneo, dopo un'attacco di orticaria, esclamare con accento siculo alla Johnny Stecchino: “No mi sommija pe niette!”.
    Io ho già la mia idea ben chiara.
    Auguri.

    RispondiElimina
  8. Caro Andrea, lasciati dire che sei proprio un ingenuo che c'è cascato con tutte le scarpe.
    Ma non è abbastanza chiaro che quella di Garzia è una provocazione?

    Saluti

    Massimo Melis

    RispondiElimina
  9. @ Maurizio Rocca: Grazie a te per il tuo contributo.

    @ Andrea: Credo che in mia vece tutto sommato ti abbia sufficientemente risposto Massimo Melis. Anche se a giudicare dal tuo livore, mi sa tanto che la provocazione non è l'unica cosa che ti è sfuggita... ;)

    RispondiElimina
  10. DELUDENTE....PENSAVO CHE QUESTO SITO (E PAGINA FB) FOSSE APOLITICO....NON MERITATE SEGUITO.

    RispondiElimina

Contribuisci al dibattito in modo sereno e costruttivo.