i
i
i

martedì 8 marzo 2011

ADOTTA ANCHE TU UNA PECORA A DISTANZA: CON SARDINIAN FARM SIAMO TUTTI PASTORI

SOURCE: Sardinia Innovation

"Io amo il mio lavoro, l'ho fatto per più di 40 anni e solo questo so fare. Il forte deprezzamente del latte mi avrebbe fatto chiudere l'attività di pastore ma io e la mia famiglia abbiamo avuto un'idea: benvenuti a SardiniaFarm". Con questa frase Emilio Concas  dà il benvenuto sul suo sito.

di Monica Mureddu


Per i pastori sardi non è un bel momento, da anni protestano contro il ridicolo prezzo del latte che non permette di vivere dignitosamente e mantenere le proprie famiglie. Emilio ha deciso di innovare avviando un'attività parallela: grazie a Sardiniafarm è possibile allevare a distanza una pecora e ricevere periodicamente prodotti genuini e di ottima qualità come le forme di pecorino. 

Quando e come è nata l'idea di Sardinia Farm?
Sardiniafarm è nata nel 2005. Anche allora noi pastori eravamo in piazza per protestare contro l'assurdo prezzo del latte e i vari problemi della pastorizia. Proprio parlando di questi problemi con la mia famiglia, uno dei ragazzi mi parlò di un'iniziativa simile nel sud Italia e così un nostro amico pubblicitario ci aprì il sito internet Sardiniafarm.com.  

Quanto ha influito l'uso di internet per avviare la sua nuova attività? Ha fatto tutto da solo?
Naturalmente l'uso di internet è stato essenziale e ci ha permesso di farci conoscere dal nord al sud dell'Italia e anche oltre i confini. L'aiuto dei miei figli e di mia moglie è stato essenziale e mi ha permesso di migliorare il sito giorno dopo giorno. 

Ad oggi, che risultati ha dato Sardinia Farm?
Sardiniafarm ci ha dato ottimi risultati fin dall inizio. Nel 2005 siamo riusciti a far adottare tutte le nostre pecore e abbiamo diversi clienti che ogni anno rinnovano il loro contratto. Siamo inoltre riusciti a farci conoscere nel mondo della televisione con programmi come "Mattino Cinque" (quando veniva condotto da Maurizio Costanzo) e "I Fatti Vostri", di Girancarlo Magalli, e ci hanno dato spazio sul Tg1 e su Videolina.

Qual è il profilo delle persone che si rivolgono a lei per usufruire dei servizi e dei prodotti di Sardinia Farm?
Le persone che finora hanno usufruito della mia iniziativa sono persone normalissime che vivono in tutta Italia...professori, impiegati, genitori che vogliono regalare ai loro bambini una pecora virtuale... persone che offrono l'adozione a qualche parente sardo che vive al nord, per fargli rivivere un po' di Sardegna. E' anche capitato che alcuni conduttori televisivi come Maurizio Costanzo abbiano adottato una delle nostre pecore.

In relazione agli ultimi fatti di cronaca, cosa pensa della situazione dei pastori oggi in Sardegna? 
Penso che purtroppo noi pastori sardi stiamo vivendo in una condizione abbastanza grave a causa del prezzo del latte fermo agli anni '80 e a tanti altri problemi che non ci consentono di poter mandare avanti le nostre famiglie. Stiamo cercando di farci ascoltare dalla Regione che con quattro chiacchere ci ha promesso un po' di soldi e ci ha mandato a casa. Molti di noi non sanno che quei pochi soldi che riusciranno a stanziare non li daranno al povero pastore, che ha cento pecore come me, ma a chi ha già avuto contributi su contributi: chi è povero sarà dimenticato, come sempre.

Pensa che la sua idea innovativa possa rappresentare una valida alternativa per il rilancio della pastorizia?
Questa iniziativa mi ha aiutato moltissimo a portare avanti la mia famiglia composta da 7 persone, soprattuto dal punto di vista economico. Credo possa essere un trampolino di lancio per farci aiutare  e soprattuto per far capire che la Sardegna non è solo il bellissimo mare della Costa Smeralda (che molto sardi non hanno mai avuto la possibilità di vedere) ma che anche le zone interne sono molto ricche di bellezze e tradizioni. Inoltre questa esperienze ci ha fatto conoscere tanta bella gente colta e intelligente che, chiusi nel nostro mondo, non avremmo mai avuto modo di conoscere. Ma per rilanciare la pastorizia penso  ci sia bisogno di una politica pi attenta ai nostri bisogni.

Ringraziamo Emilio per la disponibilità e gli auguriamo che la sua iniziativa continui ad avere un gran successo!

Nessun commento:

Contribuisci al dibattito in modo sereno e costruttivo.