i
i
i

lunedì 14 marzo 2011

F.F.F. (FUCK YOU FUCKING FUCKERS)

SOURCE: MySpace 

BIO: Risulta alquanto arduo ricostruire la biografia dei F.F.F. “Fuck you Fucking Fuckers” o per gli amici Fuckers/Fottuti... Tutto ha inizio nel 2001 a Frutti d'Oro, periferia di Cagliari, quando Gairo, all'epoca al liceo, coltivando una passione smoderata per la musica punk ed il cazzeggio annesso e connesso, decide di buttare quattro soldi per l'acquisto di un basso obrobrioso, con il quale risulta veramente difficile produrre rumori definibili musica, ma spinto dal sogno di tirare su una band con gli amici di sempre, va avanti cercando di capire come cazzo facessero funzionare quel cazzo di affare a 4 corde i vari bassisti di Rancid, Pennywise, Nofx ..assieme all'inseparabile Jean Rock Perrino, il quale si affianca a Gairo acquistando una chitarra veramente busta ed iniziando a strimpellare.

Durante lo stesso anno il buon Gairo, non avendo sputtanato soldi a sufficienza, decide di staccare l'assegno post datato e scoperto al caro "NENNO", per l'acquisto della sua levigatissima batteria...della serie arrangiata a fil di ferro. E' li che Michele, noto Nelfo , da sempre compagno di cazzeggio di Gairo nonchè assiduo ascoltatore del punk più marcio, dopo aver passato lunghe estati a fracassare i coglioni col suo bonghetto rullando harder times , vede in quell'aborto di batteria l'inizio di un sogno.. un sogno comune a quei fottuti amici, che non la smettono di ascoltare punk, ska core e derivati, come colonna sonora delle loro innumerevoli cazzate. Gairo, Nelfo e Perrino dunque allestiscono il proprio covo nella cantina di casa di Nelfo, con una strumentazione imbarazzante, provando saltuariamente alcune cover di gruppi quali Green Day, Ramones, Nofx, Pennywise.. ma con scarsissima riuscita.

SERVE un cantante... e Binius, importato da Cagliari city ed inglobato da quella ciurma di fottuti, si rende subito disponibile a sposare il progetto Punk intrapreso dai tre giovani scapestrati... La qualità del suono e la tecnica fanno pena, ma la voglia di spaccare tutto e tutti è tanta, ed è così che i vari fottuti del circondario iniziano a dilettarsi coi quattro accordi suonati da quei 4 cazzoni. URGE una sala prove, visto che il vicinato di Nelfo inizia ad innervosirsi. I quattro fottuti hanno troppa voglia di suonare e spaccare tutto, ma visto che suonare non si può, decidono di non abbandonare l'idea di spaccare tutto perlomeno e seminare il terrore per le strade di Frutti d'oro ed all'interno dell'Oratorio. Per grazia divina, o meglio forse, spinto dalla volontà di ridurre episodi di devastazione, il prete Don Rodrigo, decide di coinvolgere i ragazzi disadattati nella costruzione di una sala prove in un angolo dimenticato della parrocchia.

Pronti via, dopo tante fatiche in collaborazione con Monty, Bieto, Swiffer e tanti altri della cerchia dei fottuti...i componenti del gruppo, non senza fatica, vedono materializzarsi davanti ai loro occhi una sala prove fiammante, con strumentazione cazzuta a pochi passi da casa...sembra vada tutto meglio del previsto,visto che anche i più piccoli iniziano ad accostarsi al punk da suonare.. ma non è tutto oro quel che luccica....

Il gruppo inizia a provare nella sala saltuariamente, sorvegliato da fottuti chirichetti, incaricati da Don Rodrigo quale organo di controllo per eventuali danni o ignoranze varie. Senza nome si inizia ad ampliare il proprio repertorio di cover con Black Flag, Sex Pistols, Rancid ed addirittura Exploited, e proprio in questo periodo comincia a collaborare saltuariamente col gruppo l'enfant prodige Cia, amico del fratello di Gairo, il quale nonostante la differenza d’età, pare seriamente intenzionato a sgommare la chitarra, cimentandosi in particolare con il gruppo degli amici Bisio, Pinga, Ciccio e Lello.

Dopo una convivenza inizialmente tranquilla, i rapporti tra chirichetti vari e gruppo peggiorano notevolmente a seguito di episodi censurati dal clero... il Don si incazza e le occasioni per suonare diminuiscono notevolmente. I vari componenti continuano autonomamente nello studio ciascuno del proprio strumento. Binius per motivi di lavoro è costretto a lasciare la band provvisoriamente, sostituito da Mirko, col quale la band si esibisce dal vivo in alcune occasioni, dimostrando di non contare un cazzo tecnicamente, ma di avere coglioni più che a sufficienza per fare del PUNK il loro spettacolo. Col rientro di Binius alla voce viene arruolato anche Roberto, un ragazzo di Sarroch, con impostazione molto rock and roll, col quale il gruppo suona qualche volta dal vivo con risultato più discreto, ma sempre con esecuzione di cover sentite e risentite.

A questo punto tutto va a puttane, Gairo inizia a lavorare a Villasimius e si inizia a suonare sempre meno... il gruppo dopo vari tentativi di pace, viene bandito e scomunicato per atteggiamenti molesti dalla sala prove della parrocchia, dunque, senza un posto dove incontrarsi e sviluppare le proprie idee, il progetto si arresta.....
Dopo un'annetto di pausa riflessiva, la voglia di fare punk è cresciuta, così come la tecnica di alcuni componenti fottuti, i quali si riuniscono con l’aggiunta di 2 nuovi elementi, mescolando le carte. Infatti Jean Rock Perrino fa perdere le sue tracce, Roberto si dedica ad altre esperienze con gruppi garage, così Nelfo e Binius contattano Cia alla chitarra e Ciccio al basso,entrambi impegnati nel progetto ex Caedes(attuali PAINTRUE), ma condividendo la grande passione per un gruppo Punk rock anni 80’ a dir poco geniale…THE TOY DOLLS… Inizia appunto un nuovo capitolo per il gruppo, che inizia a sfornare, cover dopo cover, un vasto repertorio in materia di Toy Dolls.

Gairo ormai trasferitosi in pianta stabile a Villasimius, continua a frequentare quei fottuti ragazzi; il basso è riposto in un angolo, ma la voglia di continuare a suonare quel punk divino assieme alla formazione di fottuti nuova di pacco, lo induce all’acquisto di una chitarra elettrica. La nuova formazione funziona, i 5 si dilettano suonando ancora cover, prevalentemente brani dei Toy Dolls, sia in alcune salette sparse per Cagliari, che in alcune feste private, toccando livelli di ignoranza inverosimili, ma di livello musicale in fase crescente.

Purtroppo per problemi legati alla mancanza di una sala prove in cui poter provare costantemente, ed ovviamente impegni personali dei vari componenti, il progetto non decolla, ma bensì si blocca nuovamente.
Sembra la fine di un sogno, sembra diventato ormai impossibile togliere fuori qualcosa di più serio che un repertorio di cover da suonare in sala prove tanto per dilettarsi due orette.

I neuroni sono sempre meno, gli anni passano inesorabilmente, fino all’inizio dell’estate 2009, quando Binius, Nelfo, Cia e Gairo decidono di incontrarsi nuovamente in sala prove, con una nuova variazione, infatti Gairo torna al basso, e si parte l’ennesima volta con una serie sterminata di cover. Durante i primi mesi le prove assieme non sono il massimo, e molto spesso si alternano prestazioni brillanti a prove scazzate, dovute alla ripetitività del repertorio proposto dai quattro ignobili, i quali oltre a non aver sfornato uno straccio di pezzo proprio in 7 anni ormai di tentativi, si trovano addirittura nella situazione di non riuscire ad attribuire un nome al gruppo.

Ma proprio quando tutto sembrava andare a puttane per l’ennesima volta, come colpiti da un fulmine, o come travolti da un fiume in piena i Fuckers cominciano a proporre dal nulla, posseduti dalla birra, alcuni pezzi propri molto semplici, ma con un’impronta PUNK molto decisa. E’ FATTA finalmente, nonostante le prove si svolgano una sola volta a settimana, tutti sono decisi e consapevoli del fatto che con l’esercizio assiduo ed uno studio della musica più accurato, e non trascurabile, con l’immensa dose di marciume demenziale che li caratterizza da sempre, ci sono i presupposti per togliersi qualche soddisfazione, suonando un Punk molto rude e deciso, carico di rabbia e vita da strada….insomma, niente di nuovo…ma fatto coi COGLIONI!

Attualmente il gruppo ha accolto con entusiasmo l’arrivo del secondo chitarrista Roby P, già chitarrista dei Phill’a Paka Neighbour, carico di esperienza e con una voglia di suonare punk come pochi altri… Il gruppo finalmente stabilisce un nome col quale chiamarsi, o farsi chiamare, nato da uno scioglilingua malefico coniato dal fottutissimo Mino, storico supporter della band, nonché corista ubriaco in svariate occasioni live, il quale impastato perso blaterò un “ Fottiti fottuto fottitore ”, adattato in F.F.F. Fuck you Fucking Fuckers….nome attuale della band.

A breve i fottuti inizieranno a diffondere la prima demo promozionale autoprodotta dopo immani sacrifici, ed a curare vari siti, myspace, e materiale di altro genere… SO … STAY FUCKED

MUSIC GENRE: Punk Hardcore / Ska

LINE UP: The Binius: Voice/ Gairo: Bass and 2nd voice / CIA : Guitar and shouting / ROBY P: Guitar and
shouting Nelson: Drums

DISCOGRAPHY: FFF Demo Vol. 1

RECORD LABEL: TuaMammaRecordz - Indipendente

CONTACTS: E-mail 

Nessun commento:

Contribuisci al dibattito in modo sereno e costruttivo.