i
i
i

giovedì 28 aprile 2011

DOPO LA PRIMA E UNICA PUNTATA, CAGLIARIFORNIA ON PROGRES TV NON ANDRA' PIU' IN ONDA. VI SPIEGO PERCHE'

Si è trattata di un'esperienza breve ma intensa. Ma soprattutto sbagliata. L'errore è stato mio. Ho sbagliato ad accettare la partecipazione a ProgReS TV. Ho sbagliato perché ProgReS TV è una televisione di partito e io non appartengo a quel partito. La mia presenza, il mio programma e il mio modo di condurlo sono palesemente decontestualizzati rispetto a quelli che sono gli obiettivi della web-tv indipendentista. Per questo ieri nell'andare in onda mi sono sentito inadeguato e fuori luogo. Ma anche, non è giusto tacerlo, da alcuni non gradito.

E' infatti sull'onda dell'entusiasmo per l'iniziativa straordinaria di ProgReS che ho accettato l'incarico iniziale di presentatore di punta della TV (inizialmente avrei dovuto guidarne la conduzione principale) e probabilmente è sull'onda dell'entusiasmo che mi era stato offerto quel ruolo, da due persone di ProgReS che stimo e per le quali provo affetto. Mi era stata offerto quel ruolo, non tanto per le mie passate esperienze televisive, quanto (anzi, proprio) perché indipendentista indipendente, esterno a ProgReS e quindi super partes. 

E forse è sul significato delle parole super partes che sono sorti l'equivoco e le incomprensioni. Perché da super partes, nel mio post in cui annunciavo la mia presenza e partecipazione a ProgReS TV, sottolineavo il fatto di non essere attivista o sostenitore del partito, ma semplice simpatizzante, in quanto indipendentista. Come sono simpatizzante di tutte le forze indipendentiste sarde.

Le cose che però non sono piaciute sono due: la prima è che ho dichiarato che il "mio" partito indipendentista deve ancora nascere (ma questo è appunto ahimé e purtroppo un problema mio, non di ProgReS); la seconda è che ho ribadito che a breve, come promesso, nel mio blog avrei fatto la mia pubblica dichiarazione di voto. (Che come è noto a tutti quelli che hanno un'equilibrata dimensione della realtà, non influenzerà di una virgola l'esito delle elezioni comunali cagliaritane).

Mi è stato quindi chiesto esplicitamente se fosse possibile evitare di fare la dichiarazione di voto su CAGLIARIFORNIA, ovvero sul mio blog personale (che in quanto tale si presume che io ci scriva quello che penso, tra l'altro motivo per il quale sono stato richiesto da ProgReS TV).

A questo punto, per correttezza nei confronti delle persone che mi hanno cercato e voluto, per correttezza nei confronti di ProgReS, per correttezza nei confronti dei miei lettori, ma soprattutto per rispetto di me stesso, ho fatto un passo indietro, ho rinunciato al ruolo di conduttore principale (per il quale tra l'altro, visto il contesto è giusto dire che non ero adatto) e ho chiesto se fosse possibile avere uno spazio mio, col nome del mio blog, in veste di opinionista. Richiesta accordata.

Peccato che il giocattolo ormai si era rotto. Perché sia prima che dopo che andassi in onda, nell'arco di tutta la giornata, il disappunto, l'irritazione, l'insofferenza e la disistima di alcuni, erano palpabili e palesi. A quel punto ho perso l'entusiamo residuo, la serenità per andare davanti a una telecamera e quindi la voglia di fare questa cosà. Ci ho dormito su e come si sa la notte porta consiglio, per cui ho deciso di tirarmi indietro anche dal ruolo di conduttore di CAGLIARIFORNIA on ProgReS TV.

E' giusto così per me e per ProgReS, senza polemica e senza rancore. Anche se ammetto di fare una certa fatica a capire perché si cerchi uno super partes e poi ci si "stranisca" perché come tale si comporta. Una cosa è certa: il "mio" partito indipendentista deve ancora nascere.

23 commenti:

  1. bè, alla faccia del superpartes..
    della serie sono proprio come tutti gli altri..travestiti da intellettuali. Fanno tenerezza!

    RispondiElimina
  2. ci avrei scommesso...:-)

    RispondiElimina
  3. troppo ambigui...come sempre..e io li conosco bene!

    RispondiElimina
  4. Io trovo strano che un conduttore, che magari andrà a votare Zedda, possa tenere una trasmissione su una tv indipendentista.

    Su YouDEM o sulle altre tv di partito pensate possa accadere il contrario?

    RispondiElimina
  5. Hai ragione, ma allora perché lo hanno cercato?

    RispondiElimina
  6. Ma perché hanno candidato, come sempre, la moglie del capo F. Sedda? Ma non c'era una cagliaritana non legata sentimentalmente al capo? Eccome se c'era, così almeno sarebbero stati al di sopra di ogni sospetto! Viva i raccomandati!

    E per giunta Ornella Demuru ha una casa editrice in cui pubblica i libri del capo.

    Troppi conflitti d'interessi! Da cagliaritana vi avrei dato il voto ma ormai è troppo evidente la truffa. Voterò Zuncheddu e IRS almeno sono genuini e parlano in faccia!

    Che ti sia stato chiesto di non fare sul TUO sito la tua dichiarazione di voto è cosa gravissima, degna di una setta!

    Incredibile come sono caduti in basso!

    RispondiElimina
  7. Sardigna Natzione per fortuna c'e'e... se siamo il primo popolo al mondo a potersi esprimere contro il Nucleare in Sardegna e nel Mondo lo dobbiamo a questo movimento indipendentista Sardo.

    RispondiElimina
  8. ProgReS e progressisti hanno un problema di fondo, presentano il partito come movimento culturale poliedrico, un calderone di ottismo a cui hanno affibiato l'aggettivo Sardegna. Mentre invece sono un partito politico e come tale si muovono, si vedrà meglio dopo le amministrative.
    ProgRes, IRS, PSdAz, Sardigna Natzione ecc ecc hanno fallito in un punto: l'indipendenza non ha colore, non è nè di destra nè di sinistra, è dei sardi che la vogliono. Vogliamo un unico partito indipendendista, autonomista, sardista che sia che faccia l'interesse dei sardi

    RispondiElimina
  9. scusami se è autonomista non può essere indipendentista...
    comunque demuru non è la moglie è la compagna di sedda,tanto per essere precisi..
    per quanti anni ancora insisteranno a candidare sempre lei???ah bè finchè sta con sedda...

    RispondiElimina
  10. indipendentista O autonomista O sardista nel senso BASTI CHI SIADA UNA COSA SERIA!

    RispondiElimina
  11. finchè ci sarà qualcuno che confonde Indipendentismo con autonomismo o Sardismo avanzando tesi politiche ambigue e pressapochiste sarà impossibile fare le cose serie insieme!!

    RispondiElimina
  12. finchè ci sarà qualcuno che si chiuderà nelle sue posizioni idealiste estremamente lontane dalla realtà sarà impossibile fare!!

    RispondiElimina
  13. ..e parlando di cose serie, innanzitutto c'è un popolo da "svegliare".
    La Sardegna è così lontana dall'Italia da apparire più una colonia che una regione italiana.
    Le istituzioni sono assenti e in più non siamo coinvolti nel dibattito politico nazionale (la Sardegna ha da offrire un bacino di voti quantitivamente troppo scarso per essere "politicamente interessante").
    Il mondo del lavoro, della formazione e l'economia in toto sono dominati da una visione prettamente coloniale il cui interesse è spremere e sfruttare più che formare e creare sviluppo; l'agricoltura e l'allevamento sono lasciati al loro destino, cosi come l'industria (mai nata) e un settore turistico competitivo.
    Il primo passo da fare sarebbe quello di una "scuola autonoma sarda" che abbia il potere di riformare il sistema scolastico-universitario in modo da individuare, studiare e specializzare i sardi in ciò che più serve alla Sardegna.
    Se è un obbiettivo irreale avvisatemi, se pensate siano banalità aiutatemi a farle divenire complesse, se siete d'accordo proponete altro, io comunque ci spero sempre.

    RispondiElimina
  14. Wow, effettivamente Progres candida sempre e solo la Demuru (addirittura è stata precedentemente candidata alla presidenza della provincia... e poi?), mentre le altre formazioni indipendentiste sciorinano nomi nuovi ogni pochi mesi! Pensate a nomi appena affacciatisi sulla scena politica come Sale, Cumpostu o Zuncheddu! Tre facce fresche che non sono mai state candidate prima a nulla, tre giovani che ben rappresentano i veri indipendentisti che hanno voglia di rinnovamento, mica come quelli di Progres che candidano sempre e solo la Demuru!

    RispondiElimina
  15. Allora no asi cumprendiu! Demuru è stata candidata alle ultime regionali e ha beccato 20-30 voti, poi per premiarla è diventata segretaria di IRS, dopo ancora è stata candidata per le provinciali dell'anno scorso e adesso ancora candidata per le comunali del 15 maggio di Cagliari. È la donna del capo F. Sedda, è questo il motivo della candidatura.

    Non mi risulta invece che Zuncheddu & Company abbiano candidato i propri fidanzati o fidanzate ma si sono candidati sempre loro.

    RispondiElimina
  16. Accidenti, non avevo considerato la candidatura come consigliere ( insieme a circa altri 80) alle regionali, grazie della spiegazione!!! Per la carica a segretario si potevano candidare anche altri, ma magari non hanno avuto le palle perché non avevano la sicurezza della vittoria. F. Sedda non è il capo di un cazzo, il ruolo di lacché dei capi indiscussi, quelli rock, lo lasciamo volentieri ad altri.

    RispondiElimina
  17. La demuru e una gallina che ha razzolato in molti pollai diversi. Lo sanno tutti a cagliari e nessuno la votera' per questo. Stupida vanitosa da quattro soldi buona per sorridere di fronte alle telecamere tanto e' vero che il suo ragazzo le ha fatto il regalino della web tv con i soldi dei 4 fessi che ancora li seguono. Non ne possiamo più di vederla in televisione perche' sa solo ripetere a memoria le quattro cose che ha imparato pulendo le scarpe a Soru prima e a Gavino sale dopo. Se Sedda la candida sempre e' perche' dopo quello che hanno fatto dentro irs ha paura di giocarsi la faccia in prima persona.

    RispondiElimina
  18. noto sempre che certe persone di un "certo"partito non hanno proprio una sega da fare che criticare Demuru,Sedda e vari...ma fatevi una vita e piantatela.Gavino,il grande mito ha fatto tante di quelle merdate che magari vi farebbero aprire gli occhi se le sapeste.Informatevi prima di dire cavolate.E piantatela,che oltre essere pesanti state diventando pure ridicoli.

    RispondiElimina
  19. cosa cacchio c'entra ora se la Demuru sta con Sedda o no?ma riprendetevi!


    p.s:La fidanzata e il fratello di Gavino sono tra i membri fondatori di Irs,quindi la pianterei di parlare di accozzi e cose varie.
    Fra un pò ci sarà il divieto di fidanzarsi all'interno di un partito...cose da pazzi...riprendetevi davvero!

    RispondiElimina
  20. Tutti coraggiosi dietro l'anonimato. Ma ghetaebos una fune a trucu e fachie ateru imbetzes de faveddare de indipendentismu. Si bo che bocan dae su gossip no ischies fachere sa O chin sa tassa.
    E no azes mancu s acara de bos presentare in neddube ca sezis una massa de cacaroddos.

    Saludos: Bobore Bussa - deo mi firmo e sas mail meas sun publicas, ateros si cuban. ah ah ah

    RispondiElimina
  21. Sale non è mai stato candidato??????ahahahahahah ahahahahahahahaah cess!!!ahahahahah è una faccia nuova?????ahahahahhaahahahahahah

    RispondiElimina
  22. centu concasa po centu barrittasa...cummenti a sempri....c'esti de tenni bregungia...Sale no ad'essi cummenti a Connery po sa Scozia ma si deppeusu accuntentai puru fattu fattu...da seusu accabbendi a cettai po u' arrogheddu de casu (su 3% de i' votusu)...

    RispondiElimina

Contribuisci al dibattito in modo sereno e costruttivo.