i
i
i

lunedì 23 maggio 2011

DAMAGIANCO

SOURCE: Web Site - Facebook

BIO: Il progetto damagianco nasce a Sardara vicino Cagliari attorno al 2006, dalle ceneri dei Rolling Papers, una cover band rock che proponeva brani di artisti come Led Zeppelin, Rolling Stones, Chuck berry, Guns ‘n Roses, Aerosmith, etc.
I componenti della line up attuale si ritrovano a suonare insieme nel 2009.


Pur provenendo da molteplici e diverse esperienze musicali, il filo conduttore che unisce i damagianco è una profonda passione per la musica nonché la voglia di esprimere attraverso di essa loro stessi, le proprie emozioni e la propria visione “indipendente”del mondo.Questa enorme passione si e' concretizzata nella realizzazione dell'album "Stereotipami" registrato nell'inverno 2011 e interamente autoprodotto.

Il termine "Stereotipami" e' stato coniato ad hoc per indicare quel profondo stato di sottomissione della maggior parte degli individui nei confronti dei "modelli" presentati dai principali mezzi di comunicazione.
l protagonista dell'iter musicale dei Damagianco, quello che può essere considerato il "burattino", è un individuo che vive una profonda illusione poiché convinto di possedere e agire all'insegna del libero arbitrio.
Il "burattino" in realtà, e in maniera totalmente inconscia, non fa altro che eseguire ciò che qualcun altro ha deciso per lui e scegliere ciò che qualcun altro (magari la TV o la pubblicità) ha scelto per lui.

Abbiamo realmente bisogno di un certo prodotto? Abbiamo necessità di essere tutti uguali e omologati a determinati modelli che la “scatola magica” (TV) ci presenta?
I Damagianco cantano la ribellione, la libertà di pensiero e in particolare il loro rifiuto di ogni stereotipo tagliando i propri fili e ribellandosi alla propria burattinaia.

Ovviamente questo percorso di libertà e autonomia non è facile, la vita del “burattino”, che nel brano Stereotipami invoca la tv (“rivelami ciò di cui io ho bisogno...affinché la vita sia più facile...affinché io sia soltanto un fac-simile...”) è chiaramente una vita semplice che lo solleva dal peso di dover prendere qualunque decisione.

Tra i brani disponibili online e ovviamente presenti in Stereotipami, il brano “Bugia” sta conquistando sempre più spazio grazie alla grinta della band e della “front woman” Maria Cristina Ortu. Come esprimere l’umano conflitto tra l’essere e l’apparire?

Diceva Oscar Wilde “Ogni uomo mente, ma dategli una maschera e dirà la verità”, ed è proprio questo che capita nella vita di tutti i giorni, si ha la necessità di mentire, di vivere una “bugia” per essere accettati dalla società e a volte si mente a tal punto che la “bugia” diventa la “verità” e viceversa e la maschera sovrasta la nostra reale e spesso debole personalità. La Verità della maggior parte delle persone è la maschera, la Bugia.

Nella società attuale il confine tra l’essere e l’apparire si fa sempre più sottile fino a convincerci si essere la nostra “bugia” , di viverla per incapacità di sostenere il confronto con il mondo esterno. Per cui si preferisce simulare un sorriso e soffrire dentro, vivendo la propria Bugia come cantano i Damagianco.


Attualmente i Damagianco sono impegnati nella promozione dell'album “Stereotipami “ (una copia può essere richiesta contattando la band) e si esibiscono live in giro per la Sardegna proponendo oltre ai loro brani diverse cover rock italiane e non.

MUSIC GENRE: Rock.

LINE UP: Maurizio Pisu (rhythmic guitar), Igino Corona (lead guitar), Maria Cristina Ortu (voice), Daniele Ibba (bass), Andrea Pistis (drum and percussions) 

DISCOGRAPHY: Stereotipami  (2011).

RECORD LABEL: Indipendent

CONTACTS: E-mail 






Nessun commento:

Contribuisci al dibattito in modo sereno e costruttivo.