i
i
i

lunedì 30 maggio 2011

MASSIMO FANTOLA: ANATOMIA DI UNA SCONFITTA POLITICA E PERSONALE

"L'ucronìa (anche detta storia alternativa, allostoria o fantastoria) è un genere di narrativa fantastica basata sulla premessa generale che la storia del mondo abbia seguito un corso alternativo rispetto a quello reale". Questa definizione tratta da Wikipedia ci offre la possibilità di dimostrare come l'ucronia sia un eccellente strumento per spiegare la sconfitta di Massimo Fantola.

Possiamo infatti provare ad immaginare come sarebbero andate a finire le cose ponendo come premessa ucronica, un Massimo Fantola candidato al primo turno con l'appoggio di una larga coalizione di centrodestra, ad esclusione del Pdl, che in quel caso avrebbe avuto un suo candidato sindaco. Ecco il trafiletto su Repubblica di domani:

E' Massimo Fantola il nuovo sindaco di Cagliari. Ha sconfitto al ballottaggio Massimo Zedda candidato del centrosinistra in quota Sel. Massimo Fantola, causa la spaccatura nel centrodestra cagliaritano, era giunto al ballottaggio in svantaggio su Massimo Zedda, ma avendo la meglio su Ada Lai, la candidata sindaco del Pdl, appoggiata anche dalla DC di Rotondi, da La Destra di Storace e da alcune liste civiche. Fantola al primo turno, oltre che l'appoggio del suo partito (i Riformatori), aveva avuto tra gli altri, il sostegno di Udc, Fli, Psd'Az e Uds. Fantola vince con il 53,5% dei voti, contro il 46,5% del suo avversario. Al primo turno aveva totalizzato appena il 27,2 contro il 38,3 di Massimo Zedda, ma sufficiente, rispetto al 19,5% di Ada Lai, per  andare al ballottaggio. Dopo la vittoria di questa indedita coalizione, ora è a rischio la poltrona del Governatore Pdl Ugo Cappellacci, attualmente appoggiato da una traballante maggioranza che comprende i partiti che hanno appoggiato Fantola a Cagliari.

Purtroppo però per Fantola, le cose non sono andate così e il leader dei Riformatori paga lo scotto di non essersi smarcato per tempo da un centrodestra in declino, in modo da proporsi come il nuovo in alternativa a un Pdl che ha governato la città come se fosse una sua proprietà. Tra l'altro la sconfitta di Massimo Fantola non è soltanto una sconfitta politica, ma anche una sconfitta personale che potrebbe sancire la fine di una carriere politica.

Fantola infatti si era autocandidato a sindaco di Cagliari già un anno fa e almeno già da un anno aveva cominciato la sua personale campagna elettorale. Tra l'altro la sua sconfitta a Cagliari non mette al riparo la maggioranza in Regione, che invece rischia di aprire un varco per un ritorno al governo del centrosinistra. A meno che Udc e compagnia non decidano di adottare in Regione, la strategia che avrebbero dovuto adottare a Cagliari, con magari Giorgio Oppi candidato in opposizione a Ugo Cappellacci. Fantapolitica? Chissà...

Nessun commento:

Contribuisci al dibattito in modo sereno e costruttivo.